Contenuto Principale

Consorzio Tutela Birra Artigianale Italiana

Costituito il primo Consorzio Birra Italiana, per la tutela e la promozione della birra artigianale. La sede è lo storico Palazzo Rospigliosi,casa della Coldiretti.

La notizia giunge propizia,alla vigilia del solstizio d'estate.
U'immagine che piace a Coldiretti,perché proprio in questa calda stagione,il consumo di birra,raggiunge livelli,i più elevati.

Il Consorzio di Tutela della Birra Artigianale Italiana nasce per valorizzare la filiera produttiva locale, creando un rapporto più solido tra Birra e Materie Prime, tra i piccoli produttori di birra ed i coltivatori di orzo,luppolo e altre materie prime complementari.

Le finalità 

Il lavoro del Consorzio si esprimerà in Italia e all’estero, per far conoscere ed apprezzare la qualità e lo stretto legame con il territorio.

Missione prioritaria,comunque,sarà quella di favorire la coltivazione di orzo, dal quale si ricava il malto, e del luppolo, principali materie di base per la preparazione della popolare bevanda.

I fondatori del Consorziosono Teo Musso del birrificio agricolo Baladin, Marco Farchioni del birrificio Mastri Birrai Umbri, Giorgio Maso del birrificio dell’Altavia, Vito Pagnotta del birrificio agricolo Serro Croce e Giovanni Toffoli della Malteria Agroalimentare Sud.

Il Consorzio e la Filiera

Il Consorzio sarà garante del reperimento della materia prima italiana,proveniente da filiera tracciata e garantita, a favore dei birrifici associati,che devono impegnarsi a utilizzare nelle loro produzioni almeno il 51% di materia prima italiana creando una filiera dal campo al boccale con una collaborazione sempre più stretta con i coltivatori italiani di orzo e luppolo.

Incremento della coltivazione di Orzo e Luppolo

Il successo delle birre nazionali ha già favorito anche la produzione del malto italiano salita fino a 80 milioni di chili nel 2018.

La produzione di orzo italiano per la filiera della birra – spiega il Consorzio per la tutela e la promozione della birra artigianale italiana - rappresenta un’opportunità per l’agricoltura con il recupero anche di aree dismesse in fasce marginali, con una riqualificazione produttiva ed economica di quelle aree.

Info Agronomica

Per produrre il malto si fanno germinare i chicchi di orzo mettendoli a bagno in acqua per poi essiccarli in appositi forni, mentre il luppolo è una pianta rampicante alta fino a sei metri dalla quale si raccoglie il fiore che apporta alla birra il tipico gusto amarognolo, ha proprietà antiossidanti che migliorano la conservabilità e favorisce la persistenza della schiuma.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se non vuoi acconsentire all'uso dei Cookies puoi uscire dal sito oppure disattivarli direttamente dal tuo browser, ma non avrai garanzia d'accesso a tutti i contenuti del sito. Per ulteriori informazioni, clicca sulla nostra pagina privacy policy.