Contenuto Principale

Confagricoltura l'Aquila:su Mafia Pascoli Senatori M5S ritardatari

Interrogazione 5 stelle,che per Confagricoltura l'Aquila è inutile!

Nota di Confagricoltura L’Aquila,sul problema dell'impugnazione,per incostituzionalità,dell'articolo 9 della legge regionale ( per semplicità,emergenza Covid 19) che introduceva nuove regole,per la concessione dei terreni ( Usi Civici) al pascolo ( leggi...).

Una nota,firmata dal direttore,Stefano Fabrizi,che quel tanto di ironia,che in casi,come questo,in verità,non guasta.

Infatti,il Direttore esordisce ringraziando  i sentaori M5S,firmatari dell’interrogazione:Primo Di Nicola e Gabriella Di Girolamo,per l’interesse mostrato nel voler conoscere “quali iniziative intenda intraprendere il Governo nazionale, per effettuare controlli circa il corretto uso dei fondi comunitari e, in caso affermativo, quali siano gli esiti di tali controlli.

Foto - Stefano Fabrizi

L'interesse è più che opportuno e legittimo,anzi;ma è ben strano,che i due parlamentari non siano stati tempestivi,nell'intraprendere  iniziative,contro l'impugnazione,da parte del loro Governo di quella legge,che quel problema,puntava,concretamente,a contrastare e risolvere.

Impugnazione,avvenuta,lo scorso 5 giugno,nelll'ultimo giorno possibile,dunque,e con una certa frettolosa rapidità di azione.


Una situazione,che ha dell'incredibile,per la Confagricoltura L’Aquila,perché si basa su una inspiegabile contraddizione dei due parlamentari,che abiurano la malefica "Mafia dei Pascoli" ma non hanno fatto niente,per proteggere la legge regionale,che la combatteva.


La Ministra ha puntato la legge regionale dell'Abruzzo

Foto - Ministra Teresa Bellanova

Confagricoltura l'Aquila rammenta di aver tentato un approccio costruttivo,con la Ministra Bellanova,inviandole una lettera,con la quale si  evidenziava la debolezza argomentativa dell’Ufficio legislativo del Ministero delle politiche agricole,che sollevava questioni formali quali la non attinenza della norma con le misure straordinarie e urgenti per l’economia connesse all’emergenza epidemiologica e una presunta limitazione di diritti per la natura non transitoria della norma, argomenti ampiamente sconfessati in punto di diritto dall’Ufficio legislativo del Ministro per gli affari europei e dall’Ufficio legislativo del Ministro di Giustizia.

Senatrice gabriella Di Girolamo - M5SASenatore Primo Di Nicola - M5S

Foto - Gabriella Di Girolamo e Primo Di Nicola,Senatori,eletti in Abruzzo!

Alla fin,fine,basandoci su queste info,non possiamo fare a meno qui,da Agricoltura Oggi,di far notare che anche tra Ministeri,appare evidente una non condivisione di opinioni:per alcuni il "colore" della legge è bianco,per altri è nero! Di certezze,per i nostri pastori e allevatori,cè n'è ben poca!
Tornando a Confagricoltura l'Aquila,il Direttore Fabrizi,rivolgendosi ancora ai due Senatori M5S,rammenta loro che "Nonostante il loro impegno,la Ministra, ha deciso diversamente ed il tentativo di affossare la nostra Legge Regionale per mero calcolo politico fanno chiedere agli allevatori a chi devono rivolgersi per tutelare i loro interessi,se anche il loro Ministero si è dimostrato favorevole alla cancellazione di questa sacrosanta norma apprezzata anche da altre regioni,con la sola eccezione della Puglia".

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se non vuoi acconsentire all'uso dei Cookies puoi uscire dal sito oppure disattivarli direttamente dal tuo browser, ma non avrai garanzia d'accesso a tutti i contenuti del sito. Per ulteriori informazioni, clicca sulla nostra pagina privacy policy.