Contenuto Principale

Siccità:il caso Diga di Penne - Considerazioni!

Il caldo torrido provoca incendi,ma anche siccità,con pesanti conseguenze sull'equilibrio ambientale,la gestione della biodiversità,la mancanza d'acqua,per le nostre esigenza di vita quotidiana e tra queste anche per l'irrigazione dei campi.
In Abruzzo,come già ricordato,sarà chiusa la diga di Penne dal Consorzio di Bonifica Centro,perché i livelli dell'invaso sono scesi talmente tanto da essere ad un punto critico,tale da dover tutelare anche la vita che c'è nel lago. I primi a dover far i conti con le conseguenze sono gli agricoltori dell'area vestina,che sono esasperati,perché le loro coltivazioni,che siano ortaggi,legumi preziosi,come il Tondino del Tavo, presidio Slow Food,ma sono in allarme anche olivicoltori e viticoltori... Tutti gli agricoltori di quella zona.
Ho avuto un serrato scambio di messaggi con un imprenditore agricolo,che esponeva le proprie ragioni,stigmatizzando come a canoni rilevanti,corrisposti al Consorzio di Bonifica,ci si aspetterebbe una contropartita dello stesso livello,per garanzia di fornitura idrica, interventi di manutenzione,per sistemare una rete di condutture obsolete. E' mancata anche la manutenzione dello stesso invaso del lago di Penne,e non si può fare a meno di considerare le responsabilità di istituzioni di livello superiore,come la Regione che però stenta a prendere il controllo della situazione.

Sappiamo tutti che si parla sempre di mancanza di fondi (e lo sappiamo da sempre) ma forse,oggi sono necessarie nuove idee e progetti e la capacità di realizzazione,che devono essere riferiti ad una condizione climaticamente estrema,le cui conseguenze dovrebbero essere ormai prevedibili,ma delle quali prendiamo atto,quando si verificano problemi come questo,o quelli diametralmente opposti,come grandinate e alluvioni che sappiamo si possono verificare,da un momento all'altro.

Gli agricoltori dell'area vestina sono in agitazione:vogliono far valere le proprie ragioni e auspichiamo un intervento anche della Regione,che possa agevolare una possibile soluzione,prima della scadenza del 9 agosto!

Pasquale Tritapepe

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se non vuoi acconsentire all'uso dei Cookies puoi uscire dal sito oppure disattivarli direttamente dal tuo browser, ma non avrai garanzia d'accesso a tutti i contenuti del sito. Per ulteriori informazioni, clicca sulla nostra pagina privacy policy.