Contenuto Principale

Nostra angoscia quotidiana!

L'ennesima tragedia,che sarà ancora considerata come conseguenza di follia,e analizzata al microscopio,non soltanto dalla scientifica della Polizia,o dei Carabinieri,ma anche in quei programmi Televisivi,che rovesciano la vita di una persona,in una sorta di autopsia della mente,che non sembra trovare mai fine,fino all'estrema mancanza di rispetto,per chi della tragedia è il bersaglio!

Avevo già scritto qualcosa,per cercare di condividere li senso di sconfitta,che provo e che credo provino in tanti,in questa realtà,fatta di violenza,stupri,rapine,furti,soprusi d'ogni genere,che minano il senso di serenità,che dovrebbe,invece,pervadere ogni collettività.
M'ero astenuto,all'ultimo momento,perché mi sembrava una non notizia,ama soltanto l'analisi di uno qualunque,quindi di poco aiuto,per chi avrebbe letto. Però!

La tragedia del cavalcavia è la dimostrazione che siamo virtualmente immersi tra la gente,ma realmente soli.
Tragedie,come quella di ieri,dovrebbero costringerci a riprendere la nostra vita,in mano,e chiedere aiuto.
Questa nostra società ha bisogno di aiuto! 

Beato chi ha religiosa fede,vigorosa;beato chi crede nei valori laici;beato chi crede e confida nella famiglia e nell'amiicizia. Ma,quanti di noi,ricchi,poveri,belli,brutti,si sente,nel profondo,realmente sereno? E cioè,quanti sono realmente in grado di vincere il profondo senso di disperazione che può in ogni momento,aggredirci? 
Quanta capacità abbiamo di saper chiedere aiuto:dove,come,e a chi?

Siamo una società più fragile,che mai,che avrebbe bisogno di una cura speciale,che meriterebbe un'attenzione speciale,anche dal mondo politico,che dovrebbe,però,avere la capacità di comprendere questo disagio,che si allarga,incessantemente, a macchia d'olio. Esiste,questa capacità?

Pasquale Tritapepe

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se non vuoi acconsentire all'uso dei Cookies puoi uscire dal sito oppure disattivarli direttamente dal tuo browser, ma non avrai garanzia d'accesso a tutti i contenuti del sito. Per ulteriori informazioni, clicca sulla nostra pagina privacy policy.