Contenuto Principale

Mancano i vaccini:per i sindacati è inefficienza della regione!

Ribrica di Attualità - I fatti,le opinioni,di questi tempi!

I sindacati CGIL CISL UIL accusano la Regione Abruzzo di aver sottostimato l'emergenza vaccini antinfluenzali,soprattutto tenendo conto che quest'anno la vaccinazione sarebbe dovuta iniziare il 1 ottobre.

I sindacati stanno affilando le armi,contro la Giunta regionale,ormai da diversi giorni,sostenuti anche dall'opposizione di centro sinistra,che cerca ogni punto di debolezza della giunta Marsilio,per portare i loro "affondo",con toni anche piuttosto energici.

In un passaggio del comunicato,si legge:"Purtroppo, sembra che  vaccinarsi per gli Abruzzesi,  in special modo per gli anziani, stia diventando un grande problema. Ad oggi la Regione Abruzzo ha consegnato ai medici di famiglia dosi di vaccino insufficienti per coprire le richieste e soddisfare le prenotazioni già programmate".

E,così Le dosi fornite ai medici, in due fasi, una a metà ottobre e l’altra ai primi di novembre, sono state sufficienti a malapena a coprire  il 30% di quel target minimo del 75%  dei soggetti a rischio.

Quanto denuncia CGIL è incontestabile,sebbene questa difficoltà non dovrebbe essere considerata un'esclusiva negativa dell'Abruzzo,perché il problema riguarda tutta la Penisola,forse con qualche eccezione,ma è un problema generalizzato.
E' anche opportuno rammentare che la richiesta di vaccino antinfluenzale,causa pandemia Covid 19,è raddoppiato,forse triplicato e questo pone anche un altro problema,che è quello della capacità delle aziende produttrici di farmaci di essere in grado di soddisfare la domanda,che non riguarda soltanto l'Abruzzo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se non vuoi acconsentire all'uso dei Cookies puoi uscire dal sito oppure disattivarli direttamente dal tuo browser, ma non avrai garanzia d'accesso a tutti i contenuti del sito. Per ulteriori informazioni, clicca sulla nostra pagina privacy policy.