Contenuto Principale

PreVisioni, anteprima dell'IndieRocket

Festival, dal 17 al 20 maggio, al Circolo Aternino di Pescara

Annunciata la partecipazione di molti ospiti,con seminari gratuiti alla scoperta delle eccellenze italiane del settore musicale. Sarà un'occasione,da vivere  tra giradischi, sintetizzatori e hardware per la produzione musicale. 

Ecco,intanto, il programma per domani,17 maggio 2018

17:30 Presentazione Partnership con Paesaggi Sonori
        Annuncio concerto domenica 17 giugno a  Peltuinum a Prata D'Ansidonia (Aq) 


18:00 Open Day ISIA - Istituto Superiore per le Industrie Artistiche

         Giulia Romiti docente di Basic Design e vice direttore Isia


         Talk "Design del prodotto e comunicazione" 

          Emiliano Colantoni docente di Computer Grafica 
          "Look Development: from zero to hero" 

Presentazione Partnership con ISIA e progetto "#IRFGAMIFICATION  caccia al tesoro multimediale", a cura degli studenti del secondo anno del biennio specialistico in Multimedia 


20:00 Andrea Fabrizii dj set 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Programma dal 18 al 20 maggio

Il 18 maggio spazio ad un protagonista d’eccezione: il giradischi. A condurre il viaggio alla scoperta di questo strumento, che sembra non risentire dell’avvento di altri dispositivi di ultima generazione, saranno Globster e Andrea Mi nei workshop “Il giradischi come strumento musicale” ed “Elettronica, dalla ricerca al mainstream. Dai Kraftwerk a Jeff Mills alla global music” (inizio ore 17). A seguire la selezione in vinile delle più interessanti sonorità dal mondo, sempre a cura di Globster con una sessione di live turntablism e a cura di Andrea Mi con il progetto Mixology, broadcast di successo apprezzato in tutto il mondo (ore 21). 

Sabato 19 e domenica 20 maggio,saranno due giorni intensi dedicati ai sintetizzatori a cura di Paolo Bragaglia, direttore artistico di Acusmatiq Festival. Focus sugli strumenti elettronici fabbricati in Italia, in particolar modo nel distretto delle Marche, territorio che ha contribuito enormemente alla storia della musica elettronica e dove fino agli anni ‘80 era situata la più grande concentrazione di industrie di strumenti musicali d’Europa: centrale la questione della perdita del mercato a causa della pesante concorrenza nipponica e le strategie possibili per arginare questo monopolio attraverso innovazione, ricerca e sperimentazione. Si parte alle 16 con il seminario “VCV rack e l’esperienza della sintesi modulare software” a cura di Leonardo Gabrielli per proseguire alle 18 con “Soundmachines e l’esperienza della sintesi modulare hardware” di Davide Mancini. Dalle 22 si balla con le performance dal vivo di MacchineNostre musica per macchine marchigiane. Ospiti speciali TheNoise plays Intonarumori e Bruttabotta. 

Il giorno seguente sarà la volta di “Apesoft: la creazione di synth professionali su IOS”, il workshop di Alessandro Petrolatiper imparare a costruire un sintetizzatore con i dispositivi Apple (ore 17). Chiuderà la quattro giorni l’intervento di Paolo Bragaglia “Un viaggio attraverso il sintetizzatore italiano di ieri, oggi e domani” (ore 18).

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se non vuoi acconsentire all'uso dei Cookies puoi uscire dal sito oppure disattivarli direttamente dal tuo browser, ma non avrai garanzia d'accesso a tutti i contenuti del sito. Per ulteriori informazioni, clicca sulla nostra pagina privacy policy.