Contenuto Principale

Nessuna Spesa Pazza:Assolti Chiodi,Castiglione,Gatti!

 
 
Gianni Chiodi è stato assolto,perché il fatto non costituisce reato. Con l'ex Governatore della Regione Abruzzoi,sono stati assolti due assessori della sua giunta:Alfredo Castiglione ( sviluppo economico),che ebbe anche ruolo di vice presidente,e Paolo Gatti ( lavoro) 
Ogni volta che ciò accade,noi italiani dovremmo essere felici.

La Magistratura,indipendente,compie i suoi passi:valuta documenti,analizza i fatti e cerca la verità.
Il percorso di chi s'impegna nella pubblica amministrazione,e nella politica,è quello di un'assunzione di responsabilità,che potrebbe coportare anche conseguenze di carattere giudiziario,anche semplicemente,per errori 
commessi.
 
Forse,non c'è altra via che questa:attendere che un percorso giudiziario,complesso e lungo,trovi la sua conclusione,ma è anche razionale chiedersi,se in fase di indagine,non vi siano segnali che un procedimento non ha basi solide!
Ha colpito una dichiarazione di Antonio Di Pietro,che in dibattito televisivo,ricordava che l'azione penale parte a prescindere,sempre,quando vi siano denunce,o elementi,tali da indicare al magistrato,che deve procedere!
Interessante,però,quello,che ha aggiunto:se si scopre che una denuncia,una querela,una segnalazione non siarisultata corretta,chi ha lanciato la prima pietra,dovrebbe subire le conseguenze. E' così?
 
Nel caso del Presidente Chiodi,e degli assessore Castiglione e Gatti,la sentenza del tribunale di Roma ha stabilito che non vi fosse reato. Non ci fu rimborsopoli: nessuna spesa pazza e utilizzo spregiudicato della carta di credito della Regione.

Unì'ndagine che ha interessato 17 consigli regionali su 20,che è stata passata al vaglio di giudici  
amministrativi,man mano perdendo di vigore. 
L'ex Governatore dell'Abruzzo auspica,insieme ai suoi colleghi,che sia dato lo stesso risalto all'assoluzione,così come ne fu dato all'inizio della complessa vicenda,nel 2013

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se non vuoi acconsentire all'uso dei Cookies puoi uscire dal sito oppure disattivarli direttamente dal tuo browser, ma non avrai garanzia d'accesso a tutti i contenuti del sito. Per ulteriori informazioni, clicca sulla nostra pagina privacy policy.