Contenuto Principale

Abruzzo:vince il centro destra!

Poi,ognuno è libero di ragionare,come vuole! Sicuramente,il centro sinistra mostra segnali,di ripresa e ha ragione il candidato presidente,Giovanni Legni,che in quell'area si debba modificare,seguendo il modello abruzzese,di grande apertura e condivisione,con tutte le componenti della società:non solo PD! I candidati alla segreteria nazionale del PD dovrebbero prendere coscienza di questa realtà:più spunti critici,rivolti all'interno,che critiche verso gli avversari,che si stanno dimostrando,poco efficaci.

Poi,ognuno può pensare quello,che vuole,ma un militante di sinistra,non può esprimere giudizi (social) come "Mi dispiace per l'Abruzzo" di fatto,offendendo la maggioranza dei cittadini,che ha scelto diversamente,da quanto da lei auspicato!

C'è un vecchio detto:"Chi è causa del suo mal pianga se stesso:ebbene,come ignorare che l'esperienza del centro sinistra e del PD,in particolare,in Abruzzo,non sia stata all'altezza delle aspettative? 

L'elettorato è sempre più volubile,pronto a cambiare idea,senza indugio,se non convinto dall'operato di chi aveva scelto, e dalla linea politica,seguita.

Delusione 5 Stelle:forse,il Movimento,paga anche un atteggiamento,dei leader nazionali che,certo con reddito di cittadinanza e quota cento,hanno fotto quello,che avevano promesso,ma hanno dimostrato anche di non avere grande carisma istituzionale e anche un politica internazionale,senza vero disegno,strategico.

Eppure,in Regione Abruzzo,Sara Marcozzi la candidata del Movimento ha lavorato dai banchi dell'opposizione,per cinque anni,ed ha sicuramente compreso quali fossero i problemi del territorio e li ha anche ben espressi,in campagna elettorale,ma (evidentemente) la maggioranza dei cittadini,non è riuscita a darle piena fiducia! 

Poi,in verità,sono vere le argomentazioni,anche se non nuove,che il Movimento corre sempre da solo,non perseguendo la politica delle liste,come gli altri due schieramenti. Una scelta,che lo penalizza,ma è una scelta confermata,con piena convinzione!

Tutta,da scoprire,da ora in avanti,la politica dei vincitori:anche all'interno della coalizione,ci sono conti da fare e nuovi equilibri,da trovare,considerando l'affermazione indiscutibile della Lega,l'ennesimo ridimensionamento di Forza Italia,e la crescita di Fratelli d'Italia che,comunque,nelle intese tra componenti della coalizione,s'è vista assegnare la leadership,con il candidato presidente,Marsilio,che ha conquistato,come abbiamo visto,i maggiori consensi.

Ora toccherà alla coalizione di centro destra,tentare di rimettere ordine in una regione,ancora alle prese con la ricostruzione,dopo i danni provocati dagli eventi sismici dal 2009 ,al 2017,e da quelli provocati dai gravi dissesti idrogeologici,che continuano a mortificare il territorio.

Eppoi,c'è tutto il resto,come la riorganizzazione degli uffici regionali,la capacità di programmare le misure dei fondi europei, una revisione della sanità e le politiche del lavoro (ovviamente per quanto l'Ente può fare,in base alle proprie competenze)
Concludo ricordando quanto dichiarato dal presidente di una cooperativa che concluse un'intervista,dichiarando che,in fondo,tutti sperano in un miracolo,cioè che a governarci ci possa essere,finalmente,chi possa essere in grado di superare tutti gli ostacoli e risolvere,davvero,i problemi!
Sui miracoli,è difficile scommettere,ma sperare,perché no!

Pasquale Tritapepe

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se non vuoi acconsentire all'uso dei Cookies puoi uscire dal sito oppure disattivarli direttamente dal tuo browser, ma non avrai garanzia d'accesso a tutti i contenuti del sito. Per ulteriori informazioni, clicca sulla nostra pagina privacy policy.